L’Unione Buddhista Italiana sostiene il Fondo Brescia Aiuta Ucraina

13/05/2022

Sono numerose le donazioni che stanno giungendo a favore del Fondo Brescia Aiuta Ucraina, costituito presso la Fondazione della Comunità Bresciana per fronteggiare la seconda fase dell’emergenza dovuta alla guerra in Ucraina. Il sostegno dei profughi ucraini passa in particolare tramite l’attivazione di sportelli di accoglienza e di orientamento al lavoro e l’emanazione di una speciale linea di finanziamento rivolta agli Enti del Terzo Settore per la realizzazione di attività socializzanti per i minori (sport, teatro, musica…), sostegno psicologico per minori e adulti e corsi di lingua italiana.

L’Unione Buddhista Italiana ha recentemente donato 20.000€ a favore del Fondo, con la volontà di sostenere i profughi arrivati nel territorio bresciano. “Quando è iniziata la guerra ci siamo immediatamente chiesti cosa potessimo fare per le persone che stavano raggiungendo l’Italia, ma anche per quanti si trovavano ancora sotto i bombardamenti”, afferma Filippo Scianna, Presidente Unione Buddhista Italiana. “Abbiamo quindi stanziato la cifra complessiva di 1 milione e 100mila euro a favore di enti e realtà direttamente impegnati in azioni e progetti a favore della popolazione ucraina”.

L’Unione Buddhista Italiana nasce nel 1985 a Milano, con l’obiettivo di costituire un’associazione di centri buddhisti delle varie tradizioni che potesse essere il referente unico di fronte allo Stato e alle Istituzioni. Comprende oggi 63 centri. Grazie ai fondi dell’8×1000, e in collaborazione con le organizzazioni del terzo settore, l’UBI sostiene progetti umanitari e sociali, in Italia e all’estero, rivolti alle categorie più fragili della popolazione e per l’affermazione dei diritti umani e di cittadinanza.

L’iniziativa Brescia Aiuta Ucraina è stata segnalata all’UBI da una associata bresciana. “Ci siamo rivolti anche ai nostri associati – prosegue Scianna – per individuare realtà che potessero erogare servizi di accoglienza, sostegno psicologico e linguistico. Quanto proposto da Fondazione della Comunità Bresciana tramite il Fondo Brescia Aiuta Ucraina ci ha positivamente colpito”.

Accanto al sostegno destinato al territorio bresciano, nelle scorse settimane l’UBI ha contribuito a sostenere 43 progetti realizzati da grandi e piccole organizzazioni attive fin dai primi giorni per dare un aiuto concreto ai profughi ucraini quali Fondazione Arca, Fondazione Via Lattea, Serming Arsenale della Pace, garantendo inoltre la propria vicinanza anche a centri buddisti presenti nelle città di Kiev e nella Regione del Donbass.

Per supportare le attività del Fondo è possibile effettuare una donazione nella seguente modalità:

  • Bonifico bancario intestato a Fondazione della Comunità Bresciana
  • Dipendenza: BPER Banca
  • IBAN: IT59U0538711238000042712412
  • Causale: Brescia Aiuta Ucraina

Comincia a scrivere e premi Invio per cercare