Giovani medici in cattedra. Il Covid spiegato ai bambini

10/02/2021

La Valle con Te Onlus realizza il progetto “La Valle con Te per le Scuole”: incontri per portare ai ragazzi, in particolare ai più piccoli, un’informazione scientifica corretta e competente riguardante la pandemia, narrata con linguaggio comprensibile a misura di bambino. Si parte proprio questa mattina!

L’idea nasce dal desiderio di offrire anche ai più giovani, lasciati purtroppo ai margini durante l’emergenza, strumenti per comprendere quanto sta accadendo attorno a noi.

Il progetto è già stato presentato, in partnership con Civitas e Comunità Montana, a più di 15.000 studenti della Valle Trompia e di vari comuni della provincia (tra cui Montirone, San Zeno, Maclodio, Iseo, Sale Marasino, Montisola, Lograto, Mairano). Grazie alla collaborazione con Fondazione Comunità Bresciana, che ha sposato e sostenuto economicamente il progetto, l’attuale fase prevede una serie di incontri informativi rivolti a tutte le classi delle scuole primarie sia pubbliche che private del territorio della città di Brescia.

immagine

IL PROGETTO

Agli alunni viene distribuito un libricino creato dall’associazione nel quale viene raccontata la storia della pandemia Sars-Cov-2 vista dagli occhi di Michele e Giulia, due bambini che frequentano le classi elementari. Dopo la consegna del libretto viene organizzato un incontro, che i bambini seguono in classe, in presenza con l’insegnante, attraverso l’utilizzo di una piattaforma digitale.

Gli incontri sono tenuti da medici volontari laureandi o neolaureati, che hanno già prestato la loro preziosa opera presso l’Ospedale di Gardone Val Trompia nei mesi più bui della pandemia, coordinati dal Prof. Maurizio Ronconi, Direttore dell’Unità Operativa di Chirurgia del presidio gardonese.

Durante gli incontri viene proiettato il cartone animatoGiulia e Michele: una storia virale”, anch’esso creazione della Onlus, che riprende i temi già anticipati nel libretto. Nel corso dell’incontro vengono spiegati, con linguaggio comprensibile, alcuni dei termini medici che i bambini sentono abitualmente nominare, quali ad esempio “virus”, “tampone”, “esame sierologico”, “lock-down”, “vaccino”, ecc.

Durante gli incontri viene proiettato il cartone animatoGiulia e Michele: una storia virale”, anch’esso creazione della Onlus, che riprende i temi già anticipati nel libretto. Nel corso dell’incontro vengono spiegati, con linguaggio comprensibile, alcuni dei termini medici che i bambini sentono abitualmente nominare, quali ad esempio “virus”, “tampone”, “esame sierologico”, “lock-down”, “vaccino”, ecc.

La malattia Covid-19 viene così analizzata in tutti i suoi aspetti, dalla diagnosi alla cura, dalla prevenzione alla somministrazione dei vaccini, mettendo particolare attenzione alla comprensione degli atteggiamenti da adottare ed ai conseguenti cambiamenti nella vita quotidiana indotti dalla pandemia (divieto di assembramenti, uso delle mascherine, limitazione dell’uso di parchi ed impianti sportivi…).

Al termine dell’incontro i bambini vengono invitati ad interfacciarsi direttamente con il medico che ha tenuto la lezione, ponendo tutte le domande che ritengono di fare. I bambini sono inoltre sollecitati, se lo desiderano, ad inviare alla medesima mail i propri disegni riguardanti l’incontro. Tali disegni verranno poi tutti raccolti e in futuro, appena le restrizioni lo consentiranno, esposti in una mostra pubblica.

Per sugellare l’incontro ogni alunno può ritagliare dal proprio libretto il  “Diploma di Supereroe della Salute” attestante la partecipazione.

Scorri le immagini e scopri la storia

di Giulia e Michele

Comincia a scrivere e premi Invio per cercare