Raccolta “Nikolajewka: un letto in più”

foto-grande-dapertura-pagina
ph. credit Marco Ortogni New Eden Group

Nuovo appello straordinario alla generosità dei bresciani, questa volta in favore della Scuola di arti e mestieri Nikolajewka, monumento vivente voluto dagli alpini bresciani per ricordare le migliaia di penne nere che hanno perso la vita nell’omonima battaglia combattuta in terra di Russia nel corso della II Guerra Mondiale e per fare in modo che i valori di solidarietà, integrazione, pace siano sempre sotto gli occhi di tutti.

Il progetto per il quale è stata lanciata la nuova raccolta fondi è stato infatti chiamato “Nikolajewka, un letto in più“, nato per garantire nuovi spazi, servizi e in fin dei conti una miglior qualità di vita alle persone disabili seguite ed ospitate dalla scuola Nikolajewka, che si trova a Brescia, nell’omonima via a nord della città.

A promuovere l’iniziativa, sul modello di quanto fatto per ricostruire la scuola di Gualdo, nel maceratese, distrutta dal terremoto del 2016, sono Associazione Industriale Bresciana (al cui interno è nata l’idea iniziale), Fondazione Comunità Bresciana ed Editoriale Bresciana.

L’intento della raccolta fondi è stato quello di raggiungere quota 600mila euro (la cifra che manca rispetto ai 7,8 milioni di euro necessari all’operazione), avendo la Cooperativa e la Fondazione Nikolajewka già coperto con propri mezzi e con mutui la maggior parte dell’impegno finanziario. Grazie al denaro raccolto attraverso la generosità bresciana sono state realizzate otto nuove camere per sedici posti letto.

foto-interna-1
ph. credit Marco Ortogni New Eden Group
foto-interna-2

L’Assemblea di Fondazione Comunità Bresciana tenuta lunedì 13 maggio 2019 è stata anche occasione per la consegna della seconda e ultima tranche delle donazioni della raccolta straordinaria.

Il presidente uscente di Fondazione Comunità Bresciana Pierluigi Streparava, il presidente di AIB Giuseppe Pasini e il presidente dell’Editoriale Bresciana Pierpaolo Camadini, affiancati dal presidente uscente di Fondazione Cariplo Giuseppe Guzzetti, hanno affidato a Massimo Cortesi, presidente della Fondazione Nikolajewka, il simbolico assegno con 342 mila euro, che sommati ai 300mila già consegnati a gennaio rappresentano il superamento degli obiettivi che la raccolta straordinaria stessa si era prefissata, per un totale di oltre 640mila euro.

La convenzione tra AIB, Editoriale Bresciana ed FCB che ha dato il via alla campagna è stata firmata il 22 novembre 2018 e l’operazione è durata cinque mesi. I tre enti sottoscrittori hanno contribuito con una prima importante sottoscrizione, 30mila euro Aib e 10mila euro ciascuno l’Editoriale e Fondazione Comunità Bresciana. Un esempio che è stato presto seguito da altre importanti realtà bancarie e imprenditoriali e da tantissimi cittadini.

immagine-per-rassegna-stampa

I denari raccolti serviranno in particolare a coprire le spese per 8 nuove stanze e 16 posti letto all’interno della Nuova Nikolajewka, ala recentemente costruita e inaugurata, nella quale verranno a breve trasferiti i 60 ospiti del centro residenziale per disabili gravi. Gli spazi liberati nella precedente struttura verranno adeguati e migliorati per dare nuovi servizi e migliori risposte alle esigenze degli altri 60 ospiti, seguiti nei centri diurni. E’ fondamentale ricordare infatti che la Nikolajewka, struttura d’eccellenza e ammirata ben oltre i confini bresciani, non è e non vuole essere un “parcheggio” per persone con gravi disabilità, ma una casa dove ogni singola persona si deve sentire affettuosamente accolta, seguita e valorizzata.

Comincia a scrivere e premi Invio per cercare