Inaugurato il nuovo Centro NeMO. Fondazione Comunità Bresciana e #aiutiAMObrescia sostengono il progetto

E’ stata inaugurata oggi a Gussago (BS) la sede bresciana del Centro Clinico NeMO, eccellenza multidisciplinare per la presa in carico delle malattie neurodegenerative e neuromuscolari, come la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), l’Atrofia Muscolare Spinale (SMA) e le distrofie muscolari, patologie considerate ad alta complessità assistenziale e per le quali è fondamentale una presa in carico specialistica e multidisciplinare.

I lavori di ristrutturazione sono stati supportati dal Centro Clinico NeMO, con un impegno di circa 2 milioni di euro, reso possibile in parte grazie al sostegno di Fondazione Cariplo e Fondazione Comunità Bresciana e al supporto delle Associazioni dei pazienti con malattia neuromuscolare ed infine soci del Centro Clinico NeMO e delle loro sezioni locali.

Situato presso la Fondazione Ospedale e Casa di Riposo Nobile Paolo Richiedei di Gussago, il Centro Clinico NeMO Brescia prosegue la missione della Richiedei nel prendersi cura delle fragilità, attraverso servizi e percorsi di cura e assistenza all’avanguardia, in un contesto accogliente e famigliare. Il Centro si prenderà cura di circa 800 persone l’anno del territorio bresciano e delle province limitrofe.

Il legame con FCB

“Oggi viene tagliato un eccezionale traguardo” evidenzia Alberta Marniga, Presidente Fondazione Comunità Bresciana.

“Grazie ai servizi offerti dal nuovo Centro Clinico NeMO verranno garantite risposte concrete per la nostra comunità, in termini di assistenza e cura dei pazienti. Il forte legame di cui NeMO gode con il territorio emerge immediatamente anche grazie alla recente decisione di Fondazione Serena, gestore del Centro, di costituire presso Fondazione Comunità Bresciana il Fondo Patrimoniale NEMO, finalizzato al sostegno delle attività del Centro e delle azioni ad esso correlate” esplicita la Presidente.

I fondi costituiti presso FCB, che ad oggi ammontano a 74, rappresentano una modalità di azione della moderna filantropia. Tramite questi strumenti, infatti, numerosi privati, enti ed imprese indirizzano con maggior semplicità le proprie risorse – grazie al supporto di FCB – nei confronti di realtà no profit operanti nella nostra comunità.

“Il Comitato #aiutiAMObrescia – prosegue Marniga – ha creduto e crede fortemente in questa nuova realtà e ha deciso di supportarla economicamente con un contributo di 300mila euro, convogliando parte della generosità bresciana dimostrata nel periodo emergenziale appena trascorso, consapevoli che la struttura sarà in grado di accogliere e curare in modo più appropriato rispetto alle strutture tradizionali i propri utenti che malauguratamente dovessero contrarre il virus“.

La giornata

L’inaugurazione è stata pensata come un Open Day: la benedizione del Vescovo di Brescia, Mons. Pierantonio Tremolada, e il taglio del nastro alla presenza delle istituzioni regionali hanno dato il via ad un’intera giornata di festa per far conoscere il Centro.

Numerose le autorità e gli ospiti che sono intervenuti nel corso dell’evento: Alberta Marniga, Presidente FCB, Giovanni Fosti, Presidente Fondazione Cariplo, Giulio Gallera, Assessore al Welfare di Regione Lombardia, Alberto Fontana, Presidente Centri Clinici NeMO, Claudio Sileo, Direttore ATS Brescia, Carlo Bonometti, Presidente Fondazione Richiedei, Maurizio Tira, Magnifico Rettore Università degli Studi di Brescia, Andrea Pirlo, allenatore Juventus FC, il cantautore Ron e numerosi altri. Presenti inoltre i Consiglieri di FCB Giuliana Bertoldi e Pierangelo Guizzi ed il Presidente del Collegio dei Revisori di FCB Maurizio Baiguera.

Comincia a scrivere e premi Invio per cercare