Emblematici Provinciali 2018: la Pieve del Borgo di Mura

Riqualificare la Pieve di Mura allo scopo di valorizzare il suo ruolo quale polo d’aggregazione della comunità, a maggior ragione perché questo edificio, dal grande valore spirituale oltre che culturale ed artistico, è un simbolo della storia del territorio, passata e presente.

Con questo obiettivo la parrocchia di Santa Maria Assunta di Mura ha elaborato il progetto “La Pieve del Borgo – Mura, antico avamposto bresciano”, assegnataria di uno dei finanziamenti del bando emblematici Provinciali 2018 di Fondazione Cariplo e Fondazione Comunità Bresciana: 100 mila euro sui 250 mila di costo complessivo stimato.

A muovere i promotori la presa d’atto di alcune oggettive problematiche vissute dalla comunità: l’invecchiamento della popolazione, la lontananza geografica da alcuni servizi fondamentali, la crisi dei tradizionali settori produttivi. In questo contesto, si è ritenuto che la valorizzazione  della Pieve del Borgo di Mura, maestoso edificio che sovrasta l’intero abitato, possa diventare nuovo motivo aggregatore e socializzante della popolazione, capace di rinsaldare anche gli vincoli di solidarietà.

L’imponente chiesa che si può ammirare oggi risale agli inizi del 700; al suo interno è ricca di opere d’arte, mentre all’esterno gode di un’ampia area verde utilizzata per feste e manifestazioni comunitarie.

Il progetto si muove su diverse azioni: il restauro e il risanamento conservativo della Pieve; la valorizzazione della Pieve attraverso il consolidamento della struttura organizzativa che realizza gli eventi ad essa collegati; la comunicazione e il fund raising.

In quest’ultimo capitolo, grazie anche alla collaborazione dei giovani di Mura, si procederà a sviluppare materiale cartaceo da distribuire ai fedeli, all’ampliamento della presenza social della parrocchia, alla realizzazione di eventi specifici (tipo i venerdì del restauro) per coinvolgere i cittadini nel progetto, alla creazione di una campagna di raccolta fondi.