Disabilità: i premi di laurea Antonio e Luigi Goi

L'Università degli Studi di Brescia e Fondazione Comunità Bresciana in prima linea insieme per sottolineare i valori di inclusione e uguaglianza e favorirne il radicamento nella società. Nella sede dell'ateno cittadino si è tenuta la cerimonia di consegna dei premi destinati a studenti disabili laureati. I riconoscimenti sono stati assegnati nell'ambito della tredicesima edizione del Premio di Laurea intitolato alla memoria di Antonio e Luigi Goi, 10mila euro complessivi erogati attraverso Fondazione Comunità Bresciana. 

Quattro i giovani vincitori, selezionati tra 17 che hanno inviato la loro tesi di laurea. Si tratta di Maria Giulia Brotini, dell'Università di Pisa, Laura Mandaglio, dell'Università degli Studi di Bergamo, Chiara Richiardi dell'Università degli Studi di Torino e di Sabrine Storai dell'Università per stranieri di Perugia.

Alla cerimonia di consegna dei premi di laurea Goi, oltre al rettore Maurizio Tira, era presente Pia Cittadini, vicepresidente di Fondazione Comunità Bresciana, la quale ha sottolineato l'impegno del tutto particolare richiesto ai giovani disabili che vogliano completare la loro formazione universitaria. "Ci vuole una volontà straordinaria, insieme a tenacia e coraggio, per superare le difficoltà che si incontrano lungo il percorso", ha dichiarato. "Questi ragazzi sono la testimonianza che nulla è impossibile". 

Sempre la vicepresidente Cittadini ha anticipato la volontà di ampliare la denominazione del Fondo memoriale "Antonio e Luigi Goi" per ricordare anche Angela, la madre dei due fratelli, mancata di recente, e che per tutta la vita si è impegnata per le tematiche dell'inclusione.