Alleati per il territorio: FCB e ACB confermano la collaborazione per il prossimo biennio

Fondazione Comunità Bresciana e l’Associazione Comuni Bresciani da tre anni danno vita insieme a un bando che sostiene le attività sociali nei comuni della nostra provincia: un’esperienza che nei fatti ha portato a importanti risultati e per questo viene rinnovata anche per il 2019 e il 2020. Ciò significa che anche per il prossimo biennio per questa linea di finanziamento verranno complessivamente messi a disposizione dalle due organizzazioni altri 240 mila euro.

Guardando ai dati scaturiti dalla risposta alle tre annualità del bando già concluse, e che hanno già distribuito in tutto 360 mila euro, si vede quanto la partecipazione riguardi l’intero territorio provinciale, dalla Bassa alla Valcamonica, dall’Est all’Ovest bresciano.

Nel 2018 in particolare sono stati 23 i progetti che hanno partecipato al Bando “Attività sociali nei Comuni bresciani” e 11 quelli finanziati che si sono distribuiti i 120 mila euro di risorse stanziati pariteticamente da FCB e ACB, con contributi tra i 4 mila e i 15 mila euro, a seconda del valore delle azioni proposte.

Nel 2017 i progetti finanziati sono stati 10 rispetto ai 18 presentati; nel 2016, primo anno di presentazione del Bando,  sono stati 12 su 26.

Siamo molto soddisfatti della collaborazione attivata in questi 3 anni con Fondazione Comunità Bresciana, dichiara il presidente di ACB Gabriele Zanni, perché ha consentito di distribuire risorse ingenti ai nostri Comuni associati, proprio in un periodo storico di grande fatica per le amministrazioni che devono reperire fondi per finanziare interventi necessari soprattutto in ambito sociale. I tre bandi già emanati poi hanno contribuito ad attivare reti di comunità in grado di sviluppare progettualità interessanti e innovative a vantaggio dei cittadini anche in una dimensione sovramunicipale. Progetti che con il sostegno iniziale possono poi consolidarsi nel tempo. Per questo, conclude Zanni, ACB ha deciso di rinnovare l’accordo con la Fondazione per altri due anni”.

Anche da FCB la proroga della collaborazione è vista come un tassello imprescindibile del lavoro che si sta svolgendo al fianco del territorio per rendere sempre più capillari e incisive le azioni volte a dare risposta a bisogni ed emergenza sociali.

Questo bando, spiega il presidente Pier Luigi Streparava di Fondazione Comunità Brescianacon la sua volontà di premiare innovatività, continuità e creazione di reti stabili di collaborazione rappresenta appieno le indicazioni della moderna filantropia che FCB persegue. Una modalità di lavoro che unita agli obiettivi specifici d’aiuto a chi vive in condizioni di solitudine, povertà o marginalità anche grave dà valore aggiunto ai progetti che vengono presentati e selezionati.