Alla scoperta dei Graduali del Museo di Salò, grazie a un progetto supportato da FCB

I Graduali del Museo di Salò costituiscono una parte importante del Tesoro del Duomo di Salò. Si tratta di volumi, giunti nella città salodiana a metà Quattrocento. Essi contengono codici  miniati che, dal punto di vista stilistico, mostrano una provenienza veronese e una vicinanza alla produzione miniatoria di fine Trecento. Fino ad ora però nessuno era riuscito a confermare provenienza, datazione o l’attribuzione a precisi artisti.

Questo prezioso patrimonio è stato al centro di un approfondito studio portato avanti all’interno di un tirocinio universitario divenuto oggetto di una pubblicazione che verrà presentata a ottobre, per portare a conoscenza della comunità scientifica e del pubblico i primi risultati della campagna di ricerca.

Graduale 1

Il progetto “I Graduali del Museo di Salò: un bene da scoprire” è stato realizzato anche grazie al contributo di Fondazione Comunità Bresciana.  Al suo interno è stato possibile tra l’altro svolgere analisi tecniche sui codici, procedere con la scannerizzazione e digitalizzazione del materiale, acquistare un monitor touch screen con relativo computer che verrà posizionato all’interno del Museo di Salò per consentire una visione completa dei volumi ora conservati in teche chiuse.

E' vietata la copia e la riproduzione delle immagini contenute in questo articolo in qualsiasi forma (Proprietà Fondazione O.P. Carità Laicale)